Consigli degli esperti sull'estetica medica nell'era COVID-19

Expert-advice-COVID19-era-P1

Come riaprire l'attività e prepararsi al rientro del paziente? La situazione pandemica potrebbe essere un'opportunità di ripresa

Durante la pandemia COVID-19, molte cliniche mediche estetiche o saloni di bellezza hanno chiuso le attività a causa delle regole di blocco della città. Man mano che le distanze sociali vengono gradualmente allentate e il blocco viene allentato, la riapertura dell'attività è tornata sul tavolo.

Tuttavia, per riaprire l'attività non si tratta solo di tornare alla normalità, è fondamentale applicare procedure aggiuntive per il bene dei pazienti e per la salute e la sicurezza del lavoro.

Sebbene la pandemia di COVID-19 abbia messo la maggior parte degli affari in una situazione difficile, potrebbe ancora essere un'opportunità per riesaminare le precauzioni delle cliniche contro le malattie infettive offrendo cure ai pazienti.

Consulenza di esperti ai settori dell'estetica medica
Secondo l'Australasian Society of Cosmetic Dermatologists, hanno pubblicato una linea guida completa nell'aprile di quest'anno. Ha sottolineato che per i dispositivi laser e basati sulla luce, molti dei trattamenti vengono eseguiti intorno al viso che include il naso, la bocca e le superfici mucose che sono aree di esposizione ad alto rischio; pertanto, le cliniche devono adottare misure protettive.

La pandemia COVID-19 ci offre una buona opportunità per rivedere le precauzioni contro le malattie infettive delle nostre cliniche, inclusi i nostri dispositivi laser ed energetici e come gestiamo eventuali pennacchi / fumo associati.

Poiché l'infezione da coronavirus da uomo a uomo avviene tramite goccioline e la loro inalazione o deposizione sulla mucosa insieme a mani contaminate, è fondamentale indirizzare nuovamente la procedura di sterilizzazione al proprio dipendente e persino ai pazienti. Ecco alcuni consigli dell'Australasian Society of Cosmetic Dermatologists:

Expert-advice-COVID19-era-P2

La sterilizzazione di base
Prima e dopo il contatto con il paziente, o dopo aver rimosso i dispositivi di protezione individuale, il lavaggio regolare delle mani (> 20 secondi) con acqua e sapone è il metodo chiave per ridurre la trasmissione del virus. E ricorda di evitare di toccare il viso, in particolare gli occhi, il naso e la bocca.

Per la clinica e la sicurezza dei pazienti, anche la pulizia e la disinfezione delle superfici e delle attrezzature mediche sono fondamentali. L'alcol di circa il 70-80% o l'ipoclorito di sodio 0,05-0,1% si è dimostrato efficace.

Tieni presente che l'ipoclorito di sodio o la candeggina potrebbero danneggiare le apparecchiature mediche. Sarebbe meglio invece usare l'alcol.

Potenziali procedure dermatologiche che generano aerosol
Per le cliniche di estetica medica, è in qualche modo inevitabile che i trattamenti comportino la generazione di aerosol
● Tutti i pennacchi laser e i trattamenti elettrochirurgici
● I sistemi di raffreddamento ad aria / crio e umidificati, inclusi i sistemi dinamici integrati o indipendenti, sono presenti in molti dei nostri dispositivi come i laser per la depilazione, il laser Nd: Yag e il laser CO2.

Per trattamenti senza aerosol e generatori di pennacchi laser, una maschera chirurgica generale è qualificata per fornire protezione da virus. Ma per il laser ablativo come il laser CO2 che coinvolge la vaporizzazione dei tessuti, è necessaria un'ulteriore considerazione per proteggere professionisti e pazienti dalle particelle biomicro e dal loro potenziale di trasmettere virus vitali.

Per ridurre il rischio, si consiglia di utilizzare una maschera con classificazione laser o una maschera N95 / P2. Considerare anche l'utilizzo di un sistema di evacuazione pennacchio (ugello di aspirazione a <5 cm dal sito di trattamento) e installare un filtro HEPA nel sistema CA o nel purificatore d'aria del laboratorio laser.

Avviso per i pazienti
Incoraggiare i pazienti a pulire l'area trattata prima dei trattamenti ed evitare di toccare il viso o l'area da trattare fino alla terapia.

Per la clinica, dovremmo assicurarci che la protezione personale sia usa e getta come le protezioni per gli occhi o disinfettata tra i pazienti.

Mentre si fissa un appuntamento
● Considerare una pianificazione scaglionata, ad esempio un paziente alla volta
● Considerare tempi separati per i pazienti potenzialmente ad alto rischio
● Limita tutti i visitatori non essenziali
● Considerare fortemente la telemedicina, ove possibile
● Considerare il livello minimo di personale possibile
(Secondo la Coalizione COVID-19 della regione nord-orientale - Linee guida per il riavvio della chirurgia elettiva Post-COVID-19)

Tutto sommato, è tempo di fare certi sacrifici non avendo un giro completo di pazienti. L'applicazione di procedure aggiuntive potrebbe essere una seccatura ma necessaria per garantire la sicurezza sia dei dipendenti che dei pazienti. È davvero un momento difficile per tutti noi, ma potrebbe anche essere il momento di riesaminare le misure precauzionali per fornire una terapia migliore e più sicura per i nostri pazienti in futuro.

Riferimento
Coalizione COVID-19 della regione nord-orientale: linee guida per il riavvio della chirurgia elettiva Post-COVID-19

https://www.plasticsurgeryny.org/uploads/1/2/7/7/127700086/guidelines_
for_restarting_elective_surgery_post_covid-19.pdf

Australasia Society of Cosmetic Dermatologists (ASCD): guida all'uso sicuro o Dispositivi laser ed energetici che prendono in considerazione Covid-19 / SARS-CoV-2
https://www.dermcoll.edu.au/wp-content/uploads/2020/04/ASCD-Laser-and-EBD-COVID-19-guidance-letter-final-April-28-2020.pdf

Accenture — COVID-19: 5 priorità per aiutarti a riaprire e reinventare la tua attività
https://www.accenture.com/us-en/about/company/coronavirus-reopen-and-reinvent-your-business


Tempo post: luglio-03-2020

Contattaci

Scrivi qui il tuo messaggio e invialo a noi